Dal 2 febbraio 1979 all'8 dicembre 1979

 

2 febbraio 1979

Durante la Santa Messa, al momento della professione di fede, venne la "Luce" sull'altare e sul sacerdote. Era una "Luce" meravigliosamente splendente che si diffuse gradualmente su tutti i presenti. Al momento della Consacrazione vidi la "Luce" soltanto sull'altare e sul sacerdote, e noi eravamo come nella sua ombra. Dopo però si diffuse sopra tutti i presenti. Tutta la cappella ne era piena. E la "Luce" rimase fino al termine della Santa Messa.

 

11 febbraio 1979

Al momento dell'Offertorio durante la Santa Messa nella nostra cappella vidi venire una Luce meravigliosa dall'immagine della "Signora di tutti i Popoli". Questa Luce si fermò sull'altare. Durante la Consacrazione la "Luce" venne anche dai quattro angoli della cappella sull'altare e sul sacerdote. Essa restò fin dopo la Santa Comunione. Vidi, quindi, la "Luce" allontanarsi lentamente davanti ai miei occhi.

 

23 marzo 1979

Durante la Santa Messa nella cappella, mentre ricevevo la Santa Comunione, vidi la Santa Ostia risplendere di "Luce". Appena ebbi ricevuto Nostro Signore, l'Ostia cominciò a muoversi, e sentii nella mia bocca un flusso d'acqua dal gusto meraviglioso. L’Ostia divenne progressivamente più grande, ed era come se diventasse viva. Tutto questo durò un bel po', finché l'Ostia non si sciolse.

 

24 marzo 1979

Durante la Santa Messa nella cappella, al momento di ricevere la Santa Comunione, di nuovo ho sentito tutto esattamente come ieri.

 

25 marzo 1979

Durante la Celebrazione Eucaristica nella cappella, al momento dell'Offertorio, vidi venire la "Luce" sull'altare e sui sacerdoti. Quindi si diffuse molto lentamente su tutti i presenti. Al momento della Consacrazione, la "Luce" splendeva solo sull'altare e sui sacerdoti e noi eravamo come nell'ombra. Dopo la Consacrazione vidi di nuovo la "Luce" su tutti i presenti. Andando alla Comunione vidi la Santa Ostia che ricevetti, splendere di "Luce" e tutta bianca come fuoco bianco trasparente.

La Santa Ostia cominciò a muoversi in bocca e poi sentii come dei flussi di un'acqua meravigliosamente gustosa. Udii:

"Ecco il contatto che resterà".

Dopo era come se la "Voce" parlasse ad altri:

"Siete sulla buona strada".

Improvvisamente vidi chiaramente il Papa Giovanni Paolo II, che stava dinanzi a me, e al suo fianco mons. Pietro Canisio Van Lierde e ancora un altro prelato, che non conosco. La "Voce" disse:

"Preparategli ora la strada - per Lei - da lui".

Vidi quindi un dito che indicava il Papa. Soltanto allora cessò nella mia bocca quel flusso d’acqua. La Santa Ostia si era ormai sciolta. Durante questi tre giorni (23, 24, 25 marzo) mi sentii intimamente unita al Signore. Ho ringraziato il Signore di ciò con tutto il cuore. Vidi quindi la "Luce", ancora splendente su noi tutti, scomparire lentamente.

 

12 aprile 1979
Giovedì Santo

Durante la Celebrazione Eucaristica nella cappella, al momento della Consacrazione, vidi venire la "Luce" sopra il sacerdote e l'altare. All'elevazione della Santa Ostia improvvisamente vidi nella "Luce" sopra l'altare una croce splendente, raggiante come un diamante, formata da quattro travi della stessa lunghezza e in ogni angolo una piccola croce:

Dopo l'elevazione del Calice la croce splendente nella "Luce" scomparve lentamente davanti ai miei occhi. Dopo aver ricevuto Nostro Signore, la Santa Ostia cominciò a muoversi nella mia bocca, con flussi d'acqua di un sapore meraviglioso. Quindi la Santa Ostia cominciò a diventare viva ed io udii:

"Io sono Colui che sono".

Al termine della Santa Messa la "Luce" se ne andò lentamente.

 

15 maggio 1979

Durante la Celebrazione Eucaristica in cappella, dopo aver ricevuto Nostro Signore, udii chiaramente per tre volte, la sigla oraria di Radio Vaticana:

"Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat".

 

31 maggio 1979

Durante la Santa Messa in cappella, al momento dell'Offertorio, vidi venire la "Luce". Essa splendeva sull'altare e sul sacerdote. Lentamente la "Luce" venne su tutti i presenti. Al momento della Consacrazione però si concentrò sull'altare e sul sacerdote.

In questa "Luce" sull'altare improvvisamente apparve una corona splendida con una "M" davanti. Ambedue risplendevano come se fossero di brillanti. Finita la Consacrazione la corona e la "M" dalla "Luce" scomparvero lentamente dalla mia vista. Dopo aver ricevuto Nostro Signore, ebbi una visione celeste. Sentii che un dito veniva messo sulla mia bocca ed era come se le mie labbra fossero sigillate. Quindi udii la "Voce" che disse:

"L’Olanda (i Paesi Bassi) risorgerà per mezzo di Lei che Io ho inviato. Invocate lo Spirito di Verità!".

Quindi la "Voce" si interruppe per un istante e poi continuò:

"Il Santo Padre La proclamerà. Corredentrice, Mediatrice e Avvocata".

E con energia la "Voce" disse:

"Diglielo".

Poi, dopo tante dispute ed inquietudini, lentamente sentivo venire nel mio cuore calma e pace riguardo alla Chiesa e alla fede. La "Luce" restò fino al termine della Celebrazione Eucaristica.

 

22 giugno 1979

Durante la Celebrazione Eucaristica nella nostra cappella, al momento della Consacrazione, vidi venire la "Luce" sull'altare e sul sacerdote e più tardi su di noi. Dopo aver ricevuto Nostro Signore, l'Ostia Santa cominciò a muoversi e a vivere nella mia bocca.

Fiumi d'acqua celestiale e magnifica entrarono in me. Mai come oggi l'avevo sentito cosi intensamente. Sentii che il Signore era presente in una maniera tutta particolare. Nel frattempo ebbi una visione e mi trovai improvvisamente davanti ad una magnifica porta d'oro. Aveva un colore d'oro chiaro e in mezzo a questa porta c'era un segno a forma di cuore di oro più scuro. Poi lentamente si aprì la porta davanti ai miei occhi e udii la "Voce" dire:

"Entra".

Feci ciò che mi fu ordinato e giunsi in una camera celestiale, magnifica, nella quale risuonava musica celestiale. Poi la "Voce" echeggiò per tutta l'estensione:

"Rallegrati!".

Dopo un po' sentii nuovamente la "Voce" esclamare, ma ancora più forte:

"Rallegratevi popoli!".

E la musica celestiale risuonò ancora più bella ai miei orecchi. L’ascoltai un bel po', venne quindi dalle nubi una "Voce" che esclamò:

"Grazie al vostro Signore e Creatore! È compiuto!".

Ho ringraziato il Signore con tutto il cuore, poi lentamente scomparve tutto davanti ai miei occhi, anche la "Luce".

 

23 giugno 1979

Durante la Consacrazione nella Santa Messa in cappella, vidi venire un raggio di "Luce" magnifico dall'immagine della "Signora di tutti i Popoli". La "Luce" rimase presente fino alla fine della Celebrazione Eucaristica.

 

15 agosto 1979

Durante la Celebrazione Eucaristica nella cappella, al momento dell'Offertorio, vidi venire la "Luce" sull'altare e sul sacerdote. Durante la Consacrazione venne nella "Luce" una croce luminosa. Dopo venne davanti a questa croce una grande Ostia raggiante. Quindi vidi apparire sotto la trave destra della croce una corona, circondata da stelle magnifiche, ne contai dodici. Al termine della Consacrazione scomparve lentamente dalla mia vista la corona con le stelle e poi la croce con la Santa Ostia. E dopo la "Luce" si diffuse su tutti i presenti rimanendo fino alla fine della Santa Messa.

Dopo aver ricevuto Nostro Signore, sentii che la "Voce" diceva:

"Ho detto che questo tempo è terminato".

Ed era come se sentissi sbattere una porta. Quindi la "Voce" continuò e mi disse:

"Apri le orecchie e gli occhi e chiudi la bocca".

Poi avvenne, come sempre in una visione, che sentii un cambiamento nei miei occhi e nelle mie orecchie. Ora però mi sembrava che la mia bocca fosse chiusa, e il silenzio venne su di me. Sentii che la "Voce" diceva:

"Comprendi bene ciò che ti faccio vedere".

Poi vidi improvvisamente il Vaticano di fronte a me e sentivo la "Voce" dire:

"Tu Cefa, Mio Pietro, tu dovrai condurre una dura lotta. Ma devi perseverare vigorosamente in ciò che deve essere fatto per difendere la vera dottrina, mantenendo innanzitutto il celibato. Questa è la forza della tua Chiesa. Pensa ai tuoi sacerdoti. Essi devono cooperare alla ricostruzione della Chiesa".

Poi vidi arrivare tante schiere di uomini. Tutti loro portavano qualcosa nelle loro mani. E improvvisamente vidi che erano pietre. Vidi che gli uomini erano vescovi e sacerdoti e che si mettevano a costruire. D'un tratto una chiesa magnifica e rinnovata stava davanti ai miei occhi ed io dovetti dire:

"Eppure niente è cambiato".

Poi parlò la "Voce" dalle nubi:

"Pietro Mio, porta nelle tue chiese la Donna glorificata, la Signora di tutti i Popoli. Lei condurrà i popoli al loro Signore, i popoli che Lei ha potuto partorire per Volontà del Padre".

Poi sentii in me come la sensazione di un rifiorire e ricevetti un sentimento gioioso. Ringraziai il Signore col cuore e con l'anima, mentre la mia bocca venne riaperta. I miei occhi e le mie orecchie ridiventarono anch’essi normali. Terminata la Santa Messa, vidi scomparire lentamente la "Luce".

 

2 settembre 1979

In questa mattina di domenica udii molto chiaramente la "Voce" che diceva:

"Non ve ne volete andare anche voi?"

La sera di nuovo udii la "Voce" che esclamò per sette volte intervallate:

"Agar - Agar - Agar

Agar - Agar - Agar - Agar".

 

8 settembre 1979

Durante la Santa Messa in cappella, al momento dell'Offertorio, vidi venire la "Luce" sull'altare e sul sacerdote. Essa venne dai quattro angoli della cappella, poi si diffuse su tutti i presenti. Dopo aver ricevuto Nostro Signore, udii la "Voce" che diceva:

"Popolo Mio rallegrati, la Mia ora è giunta".

Alla fine della Santa Messa la "Luce" scomparve lentamente dai miei occhi.

 

7 ottobre 1979

Durante la Santa Messa nella nostra cappella, al momento dell'Offertorio, vidi venire la "Luce" dai quattro angoli della cappella. Splendeva sull'altare e sul sacerdote. Dopo un po' si diffuse sopra tutti i presenti ed è rimasta fino al termine della Santa Messa.

 

8 dicembre 1979

Durante la Santa Messa nella nostra cappella, al momento della Consacrazione, venne la "Luce" sull'altare e sul sacerdote, e nella "Luce" venne una corona splendente e meravigliosa. Essa era ora molto più bella e raggiante che mai. Terminata la Consacrazione, la corona scomparve lentamente dalla "Luce". Quindi, la "Luce" si diffuse sopra tutti i presenti rimanendo fino al termine della Santa Messa. Dopo aver ricevuto Nostro Signore, ebbi una visione celeste. Stavo presso una spiaggia e vidi un mare tempestoso e burrascoso. Era una tempesta violenta e le onde si innalzavano vistosamente.

Da lontano vidi arrivare una barca da pesca. Ebbi paura vedendo che la barca non riusciva a superare la tempesta. Nel frattempo la barca si avvicinò e vidi che era inclinata verso sinistra dalla tempesta. Quando la barca da pesca si avvicinò di più, vidi con stupore che si trattava di una barca olandese e al timone c'era il nostro Santo Padre, il Papa. Nella barca stavano seduti un paio di cardinali e vescovi. La tempesta era molto furiosa e vidi che il Papa si affaticava enormemente, poiché la barca veniva sbattuta da una parte all'altra. Vidi sopra la barca delle nuvole immobili, nere e tempestose. Improvvisamente dalle nubi venne un raggio di "Luce" magnifico che illuminò la barca intera.

Udii la "Voce" esclamare dall'alto, in tono di comando:

"Gira il tuo timone a destra e tienilo fermo con forza!".

Dopo un po’ la "Voce" continuò:

"Mantieni la rotta diritta e giungerai certamente a terra".

E difatti vidi che il nostro Papa girava con tutta la forza il timone, e improvvisamente cessò la tempesta e il mare tutto d'un tratto divenne calmo. Vidi la barca da pesca seguire la rotta, diretta alla spiaggia. Scesero dalla barca il Papa, i cardinali e i vescovi, e con mia grande sorpresa vidi che la spiaggia si era trasformata in Piazza San Pietro. Vidi chiaramente la basilica di San Pietro e il Vaticano. Poi echeggiò la "Voce":

"Riferisci questo, diglielo".

Ringraziai il Signore e quindi tutto scomparve lentamente dai miei occhi!

 


Pagina precedente Pagina principale Pagina successiva