Cinquantatreesima visione - 31 maggio 1957

 

(Ore 3 pomeridiane nella chiesa di S. Tommaso)

Quando entrai in chiesa, la gente recitava il rosario. In seguito recitarono il Credo. Alle parole: "E si incarnò per opera dello Spirito Santo" vidi improvvisamente all'altare della Madonna apparire la luce. Questa si diffuse lentamente attraverso la chiesa, verso la cappella. Io mi alzai e mi recai alla cappella (perché la Signora per così dire mi fece un segno). Dalla luce uscì lentamente la Signora e mi si mise di fronte. Essa mi disse: "Recita la preghiera". Lo feci e la Signora la recitò con me. Alla fine le sentii dire: "vostra Avvocata" invece di "nostra Avvocata". Questo mi confuse, cosicché pensai di aver forse tralasciato "che una volta era Maria" e ripetei le sue parole: "vostra Avvocata".

Poi la Signora disse: "Oggi sono venuta per dare l'ultimo messaggio pubblico. Non temere, figlia. È la Signora di tutti i Popoli che dice tutto questo" (pausa). "Tu hai agito bene" (pausa).

[1] [Alla prima pausa del messaggio, improvvisamente la Signora si fece nuovamente col pollice una croce sulle labbra[2] e disse: "Va' dal Santo Padre e riferiscigli tutto. Chiedi la benedizione sulla preghiera. Chiedi il dogma".

Quando dissi internamente: "Oh, Signora, come può dirmi questo! Lei sa benissimo che non riuscirò mai ad arrivarci!", la Signora replicò con dolcezza: "Tramite il Sacrista".]

La Signora guardò con tristezza davanti a sé e poi disse: "Ho voluto portare un importante e lieto messaggio. Ho fatto vedere a tutti i popoli che l'ubbidienza e la libera volontà avevano la precedenza. Adesso vorrei dare prima una risposta a coloro che ti hanno chiesto un segno" - qui la Signora scosse con compassione la testa - "I miei segni stanno nelle mie parole. Voi, uomini di poca fede, siete come bambini che vogliono i fuochi d'artificio, ma non vedono la vera luce, il vero fuoco". La Signora sorrise con compassione.

"Voi andate cercando il «para-questo» e il «para-quello». Anche a questo la Signora di tutti i Popoli darà una risposta. È il PARACLITO[3] che realizza tutto questo" (questa parola non la compresi e lo feci presente alla Signora, facendo di no con la testa). Essa sorrise e proseguì: "Voi sapete cosa intende la Signora" (si stava rivolgendo ad altri, perché indicò intorno a sé). Poi la Signora proseguì dicendo: "Egli è il sale, Egli è l'acqua, Egli è la luce, Egli è la potenza, di cui la Signora è irradiata. Egli procede dal Padre e dal Figlio. Egli ha irradiato la Signora di tutti i Popoli con la Sua potenza, perciò essa può distribuire e distribuisce a voi la grazia. 

Divulgate allora la mia preghiera, la preghiera del Signore. Chiedi che l'immagine possa tornare provvisoriamente qui.

Figlia, non temere, sono io che chiedo questo. Prega per il dogma, e voi tutti, popoli, lasciatevi riportare al Signore, lasciatevi riportare ai vostri Sacramenti per mano della Signora".

Adesso la Signora scuote il capo e guardando in modo particolare (come per sottolineare che così le cose non vanno bene) dice: "Voi li considerate in maniera molto strana. Lo so, la Signora di tutti i Popoli sa che cosa significa questo tempo per i cristiani, ed è per questo che mi è stato consentito di venire per dodici anni ad avvisarvi", (io mi chiesi se questo era esatto), "per aiutarvi, per riportarvi al Signore Gesù Cristo. Voi avete appreso durante quest'anno come può essere grande la forza di satana.

La Signora dì tutti i Popoli, che è la Sposa del Signore, la Regina del Re, che adesso ha ricevuto questo titolo dal Signore, con la sua intercessione è stato possibile salvare ancora una volta il mondo". (Qui la Signora alza il dito come per ammonire). "Popoli, ascoltate tutto quello che ho detto. Vale veramente la pena di lasciare il mondo". Era come se la Signora lo intendesse in un doppio senso. "Voi tutti dovete sicuramente andare in cielo" (la Signora disse quest'ultima cosa in maniera molto chiara ed esplicita. Ed era come se ad un tratto avesse strappato un velo, ed io mi trovai in uno strano stato, in uno stato celestiale, soprannaturale. Vidi qualcosa di straordinario che non riesco a descrivere. Era come se il cielo si fosse aperto, era cosi bello).

"Il Signore vi ha salvati tutti. Voi, che siete smarriti, ritornate indietro. La Signora vi attende" (qui la Signora fa un cenno di invito con le braccia, come se volesse accogliere gli uomini).

Poi prosegue: "Essa vi aiuterà, essa vi riporterà indietro". Poi segue una lunga pausa...

[4] [Durante l'ultima pausa del messaggio la Signora si fece nuovamente col pollice una croce sulle labbra[5] e disse, tra l'altro: "Va’ dal Santo Padre e dì che IO ho detto: ora è venuto il tempo in cui il dogma può essere proclamato. Ritornerò privatamente per la Chiesa e i sacerdoti al tempo stabilito dal Signore. Di' che il celibato è in pericolo dal di dentro ma che, malgrado tutto, il Santo Padre manterrà questa posizione".

Mentre tentennavo col capo e dicevo che non avrei osato, disse la Signora un po' rabbuiata: "Ti ordino di dire questo". Allora feci cenno di sì col capo.

"Se loro fanno ciò che IO ho detto, aiuterò i Popoli, ognuno individualmente, anche i più primitivi e potrò portare la vera Pace".]

Poi la Signora dice, mentre guarda davanti a sé con espressione celestiale: "Prima che il Signore Gesù Cristo morisse, prima che il Signore Gesù Cristo salisse al Padre, prima che il Signore Gesù Cristo apparisse nel mondo, tornando ancora una volta tra gli uomini (sembrava come se la Signora dicesse questo per chiarire ulteriormente, perché io avevo scosso la testa, non avendo compreso), vi diede il grande Mistero, il grande Miracolo di ogni giorno, ogni ora, ogni minuto. Egli diede se stesso. No popoli (qui la Signora scosse con decisione il capo), non un pensiero, no popoli, ascoltate quello che egli ha detto, non un pensiero, ma se stesso. Sotto la specie di un pezzetto di pane, sotto la specie di un po’ di vino.

Così il Signore vuole venire a voi tutti i giorni. Prendetelo. Fatelo dunque. Egli vi dà un assaggio, un assaggio della vita eterna.

Popoli, questo è quanto la Signora, Corredentrice, Mediatrice e Avvocata, vi ha voluto dire oggi, pubblicamente, per l'ultima volta".

Poi vedo la Signora allontanarsi lentamente.

 


Pagina precedente Pagina principale Pagina successiva