Quarantaquattresima visione - 8 dicembre 1952

 

"Il messaggio che oggi porto è destinato a tutti i popoli. Io vengo in questo tempo come Corredentrice, Mediatrice e Avvocata. Il Signore diede a Maria questi tre titoli, questi tre attributi, in un solo gesto. Questo nuovo dogma sarà molto contestato. Per tale ragione ti ho dato la spiegazione dettagliata del suo significato.

Il tempo sta per giungere. Dì' al Sacrista[1] del Papa che lo informi. Egli gli porterà la Signora di tutti i Popoli.

Che il Papa prepari questo dogma e lo presenti. Di' che il tempo è giunto. Lo Spirito Santo deve venire su questa terra. Che il Santo Padre non abbia esitazioni nelle sue decisioni. Egli è il combattente. Io darò il mio segno.

Ho detto che questa immagine dovrà venire prima. Questa immagine deve andare per tutto il mondo. È il significato e la raffigurazione del nuovo dogma. Perciò io stessa ho dato questa immagine ai popoli. La preghiera rimarrà fino alla fine. La preghiera che Maria, come Signora di tutti i Popoli, ha dato al mondo, dovrà essere recitata in tutte le chiese. Fate uso di tutti i vostri mezzi moderni per questo. Chiedete il permesso per questo e vi sarà accordato. Sappiate che il tempo si avvicina".

La Signora fa una pausa e poi dice molto lentamente e scandendo la parola: "53". Poi guarda il mondo, sul quale si trova, e dice: "Ci troviamo alla vigilia di grandi decisioni. Ci troviamo alla vigilia di grandi tensioni. Il nemico del nostro Signore Gesù Cristo ha lavorato lentamente, ma con profitto. Le sentinelle sono appostate. Il suo lavoro è quasi terminato. Popoli, state attenti. Lo spirito della falsità, della menzogna e dell'inganno trascinerà molti con sé. La vigilia è già iniziata". Poi la Signora guarda davanti a sé e dice: "Grandi pericoli incombono sul mondo. Le Chiese verranno ancor più minacciate".

Poi la Signora guarda nuovamente davanti a sé e prosegue: "Comprendete perché vengo come la Signora di tutti i Popoli. Vengo per radunare tutti i popoli nello Spirito, nel vero Spirito Santo. Uomini, imparate a cercare lo Spirito Santo. Aspirate alla giustizia, alla verità e all'amore. Non respingete i vostri fratelli. Insegnate loro a conoscere il Vero Spirito. Un difficile compito vi attende in questo tempo. Superiori, genitori, pensate alla gioventù. Portatela alla vera Chiesa, alla Comunità. È stato necessario che il Signore inviasse la Sua serva Maria, in questo tempo, come la "Signora di tutti i Popoli". Io avviso il mondo e perciò porto questo messaggio.

Mi rivolgo adesso ancora una volta agli apostoli e a tutti i religiosi ". Ora la Signora sembra preoccupata. Prosegue: "Ascoltate bene una Madre che vi ama. In questo tempo essa vuole aiutare anche voi. Recitate la preghiera e invocate l'intercessione della Signora di tutti i Popoli, ed essa vi aiuterà. Siate giusti, sinceri e caritatevoli tra di voi. Collaborate assieme per il grande compito: fare grande la Chiesa. Membri del clero regolare e secolare[2], abbiate comprensione gli uni per gli altri e collaborate assieme per lo stesso obiettivo. Non siete forse tutti uguali?".

Poi la Signora rimane in silenzio guardando davanti a sé, quindi dice lentamente e chiaramente: "Sappiate giudicare e condannare solo come Gesù Cristo fece. La Signora di tutti i Popoli non si stancherà mai di ripetervi queste cose. Ascoltate le parole che io posso dire in questi tempi angosciosi. Ora parlo a tutti quando dico: voi non sapete come è seria e difficile questa epoca".

Nuovamente la Signora guarda fisso, lontano, senza dire niente. Poi prosegue dicendo: "Il Papa di Roma ha il compito più gravoso di tutti i suoi predecessori. Uomini, aiutate il Santo Padre. Imitate il suo esempio. Ubbidite alle Encicliche. Lasciate che il mondo si impregni di queste, e lo spirito della menzogna, dell'inganno e della falsità non avrà più alcuna possibilità". Ora la Signora guarda le pecore intorno a sé e dice: "Voi, che avete alzato la testa, insegnate a coloro che qui pascolano ad alzarla". Ora vedo che quelle pecore si trasformano in persone. La Signora dice con un'espressione molto seria: "Voi bianchi, riconoscete i diritti dei neri. Dovete sostenervi ed aiutarvi tra di voi. E la Signora di tutti i Popoli è qui e dappertutto per soccorrervi. Essa è la Corredentrice, Mediatrice e Avvocata. Questo sarà l'ultimo dogma. Lavorate ad esso con prontezza e sollecitudine.

La Signora di tutti i Popoli promette di aiutare tutto il mondo se questo riconoscerà il titolo e la invocherà con questo titolo. Rendi noto questo messaggio. Il tempo stringe. Non avere paura. Io ti aiuterò.

Questa immagine dovrà andare in Olanda, ad Amsterdam, e questo nell'anno '53. Essa dovrà essere collocata nella nuova chiesa, nella chiesa della Signora di tutti i Popoli. Sarà posta sotto la custodia dei Domenicani e portata temporaneamente in una cappella o in una chiesa, su ciò potranno decidere i sacerdoti e la donatrice. La nuova chiesa però dovrà essere costruita al più presto possibile.

Questa immagine dovrà essere posta sull'altare che sarà costruito dalla parte del Vangelo[3]. Dall'altro lato, dalla parte dell'Epistola, ci sarà l'altare del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Dove adesso c'è ancora erba, là verrà presto la Signora di tutti i Popoli. Di' al tuo Vescovo che è desiderio della Signora di tutti i Popoli che questa chiesa venga eretta là. I padri Domenicani avranno cura della divulgazione e di questa immagine".

Mentre la Signora si allontana lentamente, dice: "Io concederò molte grazie sotto questo titolo".

 


Pagina precedente Pagina principale Pagina successiva