Quarantaduesima visione - 15 giugno 1952

 

"Sono nuovamente qui, la Signora di tutti i Popoli".

Ora la Signora mi guarda lungamente senza dire nulla, poi prosegue: "Ti ho spiegato, nell'ultimo incontro, il significato del titolo di «Signora di tutti i Popoli». Oggi dico che la grande azione della Signora di tutti i Popoli deve iniziare. Porta il messaggio al mondo.

La Signora di tutti i Popoli aiuterà te e tutti coloro che lotteranno per questo. La grande azione sta per iniziare. Questa immagine la precederà. In futuro non ci sarà alcun popolo senza la Signora di tutti i Popoli. Questo titolo inizia ora. Questo tempo è il Nostro tempo".

Ora la Signora guarda lungamente davanti a sé, poi prosegue: "La Signora che una volta era Maria. Soltanto alla dipartita del Signore Gesù Cristo cominciò la Corredenzione. Alla dipartita di Gesù Cristo essa divenne Corredentrice e Avvocata. Alla Sua dipartita Gesù Cristo diede a tutti i popoli la Signora di tutti i Popoli.

Adesso è venuto il tempo che essa annunci questo titolo nel mondo. Di' questo ai tuoi teologi. Di' al tuo Vescovo che sono soddisfatta. La preghiera adesso viene diffusa correttamente[1]. Di' a coloro che collaborano che tutti devono recitare questa preghiera.

Che i membri del clero regolare e secolare[2] collaborino tra di loro. Essi devono cooperare anche in altre questioni. Tutti voi siete apostoli del Maestro. Cercatevi e trovatevi. Se gli apostoli sono divisi nelle loro opinioni, come possono essere uniti i popoli? Non smetto di implorare la Chiesa di Roma di lottare in questo tempo, tutti di comune accordo per l'unica verità, per il Signore e Creatore di questa terra, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Questo tempo è il tempo dello Spirito Santo. Pregate tutti lo Spirito Santo affinché porti il Vero Spirito sulla terra.

Il mondo è nella corruzione. I grandi di questa terra cercano solo potenza. I grandi di questa terra pensano solo alle cose materiali. Gli uomini vengono confusi e condotti sulla falsa via".

Ora la Signora indica il globo e dice: "Guarda tutti questi Stati. Da nessuna parte c'è unità, pace e quiete per i popoli. Ovunque tensione, ovunque angoscia. Il Signore Gesù Cristo permette ciò. Il Suo tempo verrà. Però prima verrà un tempo di inquietudine: umanesimo, paganesimo, ateismo, serpenti che cercheranno di dominare il mondo.

Io sono venuta oggi per dire che contro tutto ciò deve iniziare questa grande azione.

E adesso mi rivolgo ai vostri teologi: riconoscete la serietà di questa causa. E a coloro che ho scelto fin dall'inizio dico: aiutate con tutti i vostri mezzi e provvedete alla divulgazione, ognuno a modo proprio. Il tempo è prossimo, il tempo della Signora di tutti i Popoli. Io vi aiuterò".

Dopo un lungo silenzio la Signora, con sguardo penetrante, mi dice: "A te, figlia, ripeto ancora una volta: hai un grande compito da adempiere, abbi coraggio e nessun timore. La Signora di tutti i Popoli sta davanti a te. Questa immagine deve rimanere ancora qui[3]: la Signora darà il segno".

Poi la Signora sparisce lentamente.

 


Pagina precedente Pagina principale Pagina successiva