Trentaquattresima visione - 2 luglio 1951 (Festa della Visitazione)

 

[1]

La Signora mi appare in una luce intensa, e mentre si guarda attorno mi dice sorridendo:

"Sono contenta, occupati della divulgazione. Ho detto che da qui partirà una grande azione per il Signore. E tutti collaboreranno ad essa. Guarda bene e ascolta. Quanto segue è una spiegazione del nuovo dogma. Come Corredentrice, Mediatrice e Avvocata, io sto sul mondo davanti alla croce del Salvatore. Per volontà del Padre il Redentore venne nel mondo. A tal fine il Padre si servì della Signora. Il Redentore ricevette dalla Signora solo - e sottolineo la parola «solo» - la carne e il sangue, cioè il corpo. Egli ricevette dal mio Signore e Maestro la Sua Divinità. La Signora divenne con ciò la Corredentrice. Io ho detto: questo tempo è il Nostro tempo. Questo significa che il Padre e il Figlio in questo tempo vuole inviare su tutto il mondo la Corredentrice, Mediatrice e Avvocata".

Poi la Signora sta lungamente davanti a me, senza dire nulla. Quindi mentre si guarda le mani mi dice: "Guarda bene le mie mani. Da esse vengono i raggi di Grazia, Salvezza e Pace. Splendono su tutti i popoli, su tutte le pecore. Tra questi uomini ve ne sono molti di buona volontà. Essere di buona volontà significa osservare il primo e principale comandamento. Il primo e più grande comandamento è l'AMORE. Chi possiede amore, onorerà il suo Signore e Creatore nella Sua creazione.

Chi possiede amore non sarà mai disonesto verso il suo prossimo. Questo è quello che manca in questo mondo: amore verso Dio, amore verso il prossimo.

Questo tempo è il Nostro tempo. Tutti i popoli devono onorare il Signore e Maestro nella Sua creazione. Tutti i popoli devono pregare perché venga il Vero e Santo Spirito. Perciò ho dettato questa breve e potente preghiera.

Ancora una volta dico: questa preghiera deve essere divulgata prontamente. Tutto il mondo è in decadenza. Gli uomini di buona volontà preghino ogni giorno affinché venga il Vero Spirito. Io sono la Signora di tutti i Popoli. Questo tempo è il Nostro tempo.

«Che una volta era Maria» significa: molti uomini hanno conosciuto Maria come Maria. Ora però, in questa nuova epoca, voglio essere la Signora di tutti i Popoli. Questo è comprensibile a tutti. Di' questo al tuo padre spirituale. Digli che sono contenta di tutto, e sottolineo la parola tutto.

E a te, figlia, dico di fare e di far conoscere ciò che io voglio. Non temere, riferiscilo".

Poi la Signora s'allontana lentamente.

 


Pagina precedente Pagina principale Pagina successiva