Diciottesima visione - 19 novembre 1949

 

La Signora è ritornata. Mi mostra l'Italia e dice: "Coloro che hanno il potere devono darsi da fare. Parole soltanto non servono a niente. Fatti!". Poi è come se vedessi San Pietro vacillare. La Signora dice: "In Italia bisogna lavorare meglio contro il comunismo. Avverti dunque la Germania e l'Italia; possono essere ancora salvati. Lo dico qui affinché tu lo comunichi, così che lavorino contro la corruzione della Germania. Gli uomini sono buoni, ma vengono sviati delle circostanze. Dobbiamo riportarvi la croce e piantarla nel centro. Debbono cominciare con la gioventù: rafforzare la fede e insegnarla di nuovo. Se l'Italia non lavora duramente, perirà. I più piccoli tra i miei debbono essere esortati".

Poi è come se la Signora conducesse una grande moltitudine di uomini verso un certo luogo; mentre guardo vedo la Signora spingere quegli uomini verso un altare sul quale si trova una grande croce. Poi la Signora dice: "Questa è l'opera dei grandi della terra, ma...", poi la Signora indica con le dita, e col capo fa segno di no.

"Perciò dobbiamo collaborare tutti. Comunicalo", dice la Signora. "Debbono pregare ancora di più. Pregare per allontanare la corruzione". Il mondo intero annienterà se stesso se non lo fanno. Ecco perché ti ho mostrato questo". E ora la Signora sparisce.

 


Pagina precedente Pagina principale Pagina successiva