Settima visione - 7 febbraio 1946

 

D'un tratto vedo la Signora. La Signora, muovendo il dito in segno di ammonimento, dice: "Guarda sopra l'Europa e avverti i popoli d'Europa". Con un espressione molto seria, dice: "Ora et Labora" [1] e di nuovo muove il dito per avvertire.

Poi mi mostra un lupo che va e viene davanti a me. Subito l'animale sparisce. Poi mi mostra una testa di pecora. Intorno alla testa vi sono corna come intrecciate. Poi la Signora dice: "L’Europa deve stare attenta; avverti i popoli d'Europa".

Poi mi mostra Roma; molto chiaramente vedo girare il Vaticano.  Ora la Signora sembra farmi un cenno col dito e dice: "Vieni, guardalo bene". Poi la Signora alza tre dita, e in seguito tutta la mano, cioŔ le cinque dita. Me lo ripete alcune volte.

"Guarda bene e ascolta", dice. "L’Oriente contro l'Occidente". Poi sento la Signora dire di nuovo: "Europa, sta attenta". Ora vedo l'Inghilterra davanti a me e la Signora fa per cosý dire un passo verso il basso. ╚ come se mettesse il piede sull'Inghilterra. Guardo bene e vedo la Signora congiungere le mani, poi avverte di nuovo. Le sento dire: "Guai a te, Inghilterra".

La Signora mi fa segno di nuovo di guardare bene e subito vedo di nuovo Roma davanti a me e vedo il Papa seduto. Il Papa tiene un libro aperto nella mano e me lo mostra. Non riesco a vedere che libro sia. Poi il Papa mi mostra quel libro da ogni angolatura. Improvvisamente sento la Signora dire: "Ma lÓ, molte cose debbono cambiare" e indica il luogo dove si trova il Papa. Il suo viso diviene molto serio e scrolla il capo. Di nuovo la Signora alza tre e poi cinque dita.

Mi sento confusa e sento la Signora dire: "Vengono nuove calamitÓ sul mondo".

Vedo davanti a me una pianura. Su di essa viene posto un grande uovo e, mentre guardo, vedo uno struzzo correr via a gran velocitÓ. Poi vedo davanti a me un gran numero di fanciulli neri. Poi vedo di nuovo un segno di avvertimento e vedo fanciulli bianchi. Vedo una scena, come se Nostro Signore si trovi lÓ con i fanciulli intorno a sÚ. ╚ una figura luminosa che vedo. Sento: "Lasciate che i bambini vengano a me". E vedo scritto: "Bisogna che i fanciulli vengano educati nella dottrina Cristiana". Poi vedo davanti a me una striscia di una carta geografica e sento: "Giudea". E vedo scritto "Gerusalemme". Allora vedo due linee con una freccia alle estremitÓ; sull'una Ŕ scritto Russia e sull'altra America. Poi vedo davanti a me la Signora e la luna. Dico: "Accade qualcosa a quella luna". Poi Ŕ come se la Signora mi portasse sopra il globo. ╚ tutto molto strano intorno a me, e dico: "Una specie di fenomeno naturale".

Poi sento la Signora dire: "Popoli d'Europa, unitevi". Deve esserci qualcosa che non va qui. Nel centro dell'Europa vedo la Germania, ed Ŕ come se quel paese cercasse a fatica di tirarsene fuori.

Poi vedo di nuovo l'Inghilterra e ora devo tenere fermamente la corona con le due mani. ╚ come se quella corona oscilli. La tengo sopra quel paese. Sento: "Inghilterra, abbi la coscienza del tuo compito; Inghilterra, dovrai ritornare all'Altissimo, the Highest!" [2].

E ora la Signora d'un tratto sparisce.

 


Pagina precedente Pagina principale Pagina successiva